LE VARIE FASI DI UN TRASLOCO

Un trasloco dura generalmente uno, al massimo  due giorni, un tempo sufficiente a completare interamente le fasi di smontaggio, trasferimento e rimontaggio di tutto quanto debba essere trasportato nella una nuova abitazione o nel un nuovo ufficio. È la preparazione ad un trasloco che inizia  molto prima, di seguito elenchiamo una serie di consigli per semplificare  e organizzare al meglio il lavoro

Due mesi prima del trasloco

Riordinare e fare pulizia.
Controllare e decidere di cosa sia non sia più necessario portare nella nuova casa, in modo da smaltire un po’ di cose ormai inutilizzate
LIberarsi di cose che non vi serviranno più ridurranno tempi e costi di un trasloco, e aumenteranno gli spazi disponibili di capienza nella nuova casa.
Se alcuni oggetti vi sembrano fragili, e richiedono un imballaggio speciale, non esitare a contattarci e provvederemo noi a imballarli o a fornirvi il materiale idoneo per l imballaggio dei fragili, abbiamo bauli dedicati agli oggetti più delicati, e carta pluriball accoppiata a carta resistente  a tutti gli urti!

40/60 giorni prima del trasloco

Per prima cosa, fate la cernita di ciò che non desiderate portare nel nuovo sito.
Questo permetterà di capire se procedere autonomamente con le operazioni di imballo o se è meglio richiedere l’aiuto del nostro personale addetto. Richiedete i materiali d’imballo nel caso vogliate eseguirlo in proprio.
Redigete il contratto e scegliete le operazioni che dovrà eseguire l’azienda.
Durante l’imballo scrivete su ogni scatola il contenuto e il locale dove dovrà essere collocata.
Studiate dove andranno posizionati i mobili e verificate le misure.
Se si dovrà lavorare all’interno di spazi condominiali, comunicate anticipatamente  la data del trasloco all’amministratore del condominio.   Vi consegneremo cartoni resistenti per i traslochi, lo scotch, il pluriball.
Usate ciò che non intendete trasportare , come gli alimenti congelati o deperibili o i prodotti per la pulizia: meglio evitare il trasporto di confezioni non sigillate o alimenti facilmente deperibili.
Prendete le misure definitivamente Controllare le dimensioni delle stanze nella vostra nuova casa, se possibile, e assicuratevi che tutto il mobilio possa passare attraverso le porte o le finestre.
Nel caso alcuni mobili necessito una modifica per essere riadattati nei nuovi spazi possiamo fornirvi il servizio di progettazione dei vostri nuovi spazi, modificare i vostri mobili grazie al nostro falegname capace di tagliare, ridurre, e modificare i vostri arredi.Nel caso vogliate portare la vecchia cucina nella nuova casa, possiamo fornirvi elettrodomestici nuovi, mobili  o piani nuovi / top  utili per il riadattamento nella vostra nuova casa. Siamo in grado di modificare, grazie al nostro progettista d’arredo,  la vostra cucina e renderla anche più bella  e funzionale.

Un mese prima del trasloco

1) Iniziate ad imballare le cose che si utilizzano più di rado: mentre imballate valutate l’eventuale presenza di oggetti di particolare valore che potrebbero richiedere un’assicurazione aggiuntiva dalla vostra azienda.
2) Etichettate chiaramente ogni imballo su tutti e quattro i lati esterni del cartone Apponete su ciascuna scatola etichette con i numeri , e a parte fate una lista dove a ogni numero corrisponderà il suo contenuto, cosi sia chiaro sia il contenuto che la destinazione degli oggetti
3) Ufficializzate il nuovo indirizzo
Vai al tuo ufficio postale locale e ufficializza il trasloco imminente: attivando il servizio postale denominato  ‘Seguimi’ potrete fare in modo che, mentre comunicherete il nuovo indirizzo a tutti i vostri collaboratori, conoscenti, partner, la vostra posta sia consegnata  al nuovo indirizzo, anche nel caso qualcuno dovesse ancora scrivere al vecchio indirizzo.

Due settimane prima

1) Terminate le scatole cercate di terminare le scatole qualche giorno prima del trasloco, ma lasciate a disposizione in una valigia i vestiti necessari nel periodo a cavallo dello spostamento
2) Pianificate lo svuotamento del frigo e del congelatore
Assicuratevi che gli alimenti conservati in frigo e congelatore siano in via di esaurimento: cercate di comprare e consumare immediatamente ciò di cui avete bisogno.

Un giorno prima

1) Svuotate frigo e congelatore Svuotate il frigorifero e il freezer, cogliendo l’occasione per una pulizia e sbrinamento approfondito.
2) Preparate il necessario per il pagamento del servizio, se vi occorre il libretto degli assegni non inscatolatelo.

Il giorno del trasloco

1) Verificare la lista degli oggetti da traslocare Verificate con il nostro responsabile come posizionare i cartoni e i mobili nel camion, ricordate che le prime cose ad essere inserite nel camion, saranno le ultime ad essere scaricate
2) Seguite il trasporto e il  rimontaggio in modo da verificare eventuali problemi, prima che i traslocatori terminino il lavoro. Se volete posizionari i mobili in misure precise comunicarlo prima ai montatori, e  non a lavoro ultimato. Volete lasciare 30 cm liberi tra muro e armadio per mettere la scala? Comunicatelo prima, e  non alla fine.

Come organizzare il trasloco

1. Montaggio delle scatole
Tutti i cartoni vengono consegnati dal nostro operaio  in legacci da 10 pezzi; quindi la prima operazione da fare è quella di sciogliere i pacchi, prendere una scatola ed aprirla con la scritta ALEX TRASLOCHI capovolta, ripiegare i lembi del fondo (prima i più corti e poi i più lunghi) e sigillare con 3 strisce di nastro adesivo di cui una per la lunghezza e 2 per la larghezza.
Capovolgere la scatola ed è già pronta per essere riempita.E’ IMPORTANTE chiudere bene  i cartoni , per evitare che qualcuno si possa far male , non solo i vostri beni.

2. Imballo dei libri
ALEX TRASLOCHI
fornirà diverse dimensioni delle scatole di cartone.

Ricordate che nelle scatole piccole vanno gli oggetti più pesanti, esempio i libri, e nelle scatole più grandi quelle più leggere.
Quando prenderete i libri da mettere negli scatoloni, cominciate a inscatolare i libri  più grandi e collocarli nella scatola avendo cura di mettere sul fondo quelli più pesanti ed in alto quelli più piccoli e leggeri.
I libri antichi con copertine in pergamena o pelle è opportuno non mischiarli agli altri, ma fare una scatola a parte non prima di averli avvolti uno ad uno in un foglio di PVC Pluriball.
Sigillare la scatole con il nastro adesivo apponendovi le solite 3 strisce, di cui una per la lunghezza e 2 per la larghezza.

3. Imballaggio delle pentole, scarpe, arnesi, etc
Per l’imballaggio di tutto quanto ci può essere in una casa che non siano libri, cristalleria, vasellame fragile, oggettistica, bottiglie, biancheria, abiti, si possono utilizzare le scatole dei libri, avendo sempre cura di non farle diventare molto pesanti.

4. Imballaggio delle bottiglie
Se in vetro avvolgere ogni bottiglia nel pluriball trasparente.

5. Imballaggio degli abiti
Il cartone per gli abiti che la ALEX TRASLOCHI ha fornito è molto più grande degli altri cartoni e consente di trasportare gli abiti appesi con tutte le grucce. Per montare questo “baule” cominciare dal fondo come per le altre scatole, quindi girarlo e metterlo in piedi. Ripiegare completamente le alette lungo i lati e incastrare a pressione sui bordi superiori la traversina su cui vanno appesi gli abiti. Prelevare gli abiti dagli armadi e sistemarli nel contenitore stringendoli il più possibile per sfruttare al meglio lo spazio ma non tanto da sgualcirli. Una volta pieno, riprendere i lembi e girarli sopra a modo di coperchio, chiudere l’anta posteriore ed anteriore, sigillare con il nastro adesivo.

6. Imballaggio dei fragili
Pe rimballare i fragili vi diamo queste piccole ma utili indicazioni. I piatti: una volta pronta la scatola disporre su di un tavolo un certo numero di piatti ed un mezzo pacco di fogli Pluriball. Prendere un divisorio e stenderlo nel fondo della scatola. Confezionare dei pacchetti contenente 5/6 piatti facendo in modo che ogni piatto sia diviso dall’altro da un foglio di Pluriball o di giornale e sistemarli nella scatola mettendoli in costa, ossia verticalmente. Completato il primo strato sul fondo del contenitore proseguire creando con un divisorio un nuovo piano e proseguire con l’operazione fino ad arrivare a 20/25 cm. dal bordo superiore. Completare ogni cartone ponendo sopra ai piatti, teiere, zuccheriere ed oggetti piccoli, sempre imballati singolarmente con il Pluriball.– I bicchieri: E’ consigliabile fare un cartone esclusivo curando di imballare singolarmente i pezzi e collocarli sempre in senso orizzontale partendo da quelli più pesanti, dividendo ogni strato e riempiendo gli eventuali spazi vuoti con il Pluriball arrotolato. E’ molto importante che tutti i fragili vengano stivati nella scatola in modo ben saldo, questo per evitare eventuali spostamenti interni durante il trasporto.Non devono esserci spazi vuoti nel  imballo dei fragili, altrimenti non potremmo garantirvi la loro intergita’ durante il trasporto.

7. Imballaggio dei quadri
I quadretti, le stampe, le foto ed i disegni di piccole dimensioni  possono essere imballati nei cartoni piccoli o medi. In tali contenitori una volta confezionati si mettono i quadri, tutti scrupolosamente in piedi, dopo aver interposto tra l’uno e l’altro un foglio di Pluriball. Di quelli più piccoli, farne dei pacchetti con il Pluriball ed il nastro adesivo e metterli nella stessa scatola. Per i quadri più grandi utilizzare invece i fogli di cartone ripiegati ,imballando  prima il quadro con uno o più fogli di Pluriball. Quindi avvolgerlo nel cartone utilizzando quanti fogli sono necessari a secondo della forma e della grandezza del quadro. Sigillare il tutto con il nastro adesivo (se il quadro ha un vetro davanti scrivere sul cartone con un pennarello dal lato dove rimane il vetro la parola VETRO FRAGILE.

8. Avviso importante
Tutti i contenitori sono monouso e pertanto è possibile con un pennarello grosso scriverci sopra tutto ciò che si ritiene necessario. L’importante che in grande sia scritto il luogo di destinazione dello stesso (camera da letto, cucina, etc.). Si può anche scrivere sulla scatola per una questione di privacy solo un numero mentre su di un foglio a parte si riscrive il numero stesso con la descrizione del relativo contenuto.

COSE DA NON FARE:

– Evitare, spostando i cartoni pieni, di trascinarli o spingerli sul pavimento in parquet.
– Mettere nelle scatole prodotti alimentari freschi facilmente deperibili (cibi congelati, verdura, frutta fresca, etc.)
– Imballare armi di qualsiasi genere e munizioni, o materiale infiammabile.Imballare le chiavi di casa ed i documenti personali.
– Sigillare le scatole non completamente piene.
Non lasciare i contenitori vuoti sul balcone o comunque in posti non protetti dalla pioggia, perché una volta inzuppati d’acqua i cartoni si sbriciolano e diventano inutilizzabili.

Dopo il trasloco

CONTATTATECI PER IL RITIRO DEI CARTONI che non utilizzerete più o per qualsiasi necessità inerente la nuova abitazione..
Il nostro servizio di assistenza sarà lieto di aiutarvi per qualsiasi vostra esigenza.

Dove Siamo

 Sede Operativa: Via A. Bono Cairoli, 11 - 20127 Milano (METRO TURRO) zona Viale Monza
Sede Legale: Via Rovetta, 26 - 20127 Milano

 

 

 

Contatti

Telefono: 02/2619165 - 02/2820448
3357707625 - 337293059

Mail: traslochialex@gmail.com